Bryonia Il Laboratorio delle Fate

LE VOSTRE TESTIMONIANZE


Ciao,

potete tranquillamente non credere ad una parola di quel che dico. è naturalmente accettabile che chiunque legga le parole di una allora quindicenne abbia una reazione superficiale... Ma io quella notte mi sono spaventata a morte e ne sono assolutamente certa: non si trattava di un sogno.

Era l’estate del 2003, faceva caldo, la finestra era socchiusa. Era tardi ed ero stanchissima. Me ne ero andata a letto. Stavo cercando di dormire ma, nonostante la stanchezza, era inutile; ero molto agitata senza saperne il preciso motivo. Ho iniziato a fissare il soffitto cercando di distrarmi. Sono stata immobile per dieci minuti senza risultati soddisfacenti, se non il contrario. Ero sempre più sveglia e gli occhi avevano persino iniziato a bruciarmi per il sonno... tutt’a un tratto il mio letto ha sobbalzato, come se qualcuno ci avesse saltato sopra. Non ho reagito subito, il movimento improvviso mi aveva colta di sorpresa. Ero seriamente sbigottita: avevo realizzato subito che mia madre dormiva, mio fratello pure, mio padre era all’estero per lavoro. E nessuno, tanto meno, avrebbe saltato a piedi pari sul mio letto! Cos’era...? Avevo pensato persino ad una leggera scossa di terremoto. La soluzione è stata immediatamente bocciata: ho sentito che "il presunto terremoto", che era atterrato sul letto, aveva iniziato a muoversi. Era qualcosa di leggero... che aveva iniziato a camminare piano sul copriletto. Io ho stretto le palpebre, non osavo guardare: cos’era?! Mi chiedevo cosa fosse ma ogni ragionamento che facevo non stava in piedi. Avevo pensato che fosse stato un animale; dal peso ho pensato che potesse trattarsi di un gatto, ma i gatti non camminano su due zampe e io percepivo distintamente che qualcosa a due zampe passeggiava sul letto! Nessun’altro animale poteva essere stato, nessuno poteva compiere un salto tanto abile, se non un gatto, ed entrare dalla finestra.

Cosa diavolo era?! Ho iniziato a sudare, sia per la paura, sia perché mi ero coperta con il lenzuolo, nonostante il caldo, ma in quel momento cercavo in ogni modo di "proteggermi" e la mia (stupidissima!) reazione è stata quella. Non c’ero più con la testa e la "cosa" si avvicinava.Di colpo mi sono addormentata, ma ricordo soltanto che un’ombra mi si era avvicinata ed apparteneva ad una figura che si ergeva chiaramente su due gambe. Mi chiedo ancora cosa possa essere...

Non ho mai raccontato a nessuno di questo fatto, temo che qualcuno mi scambi per pazza o per una "povera ragazza disperata e sola in cerca di attenzione". Ma io di amici ne ho e di questo non ho mai raccontato a nessuno.

Lo so, è incredibile, ma io sono certa che non si è trattato di un sogno. Avevo paura, ero sveglia e cosciente. Se a qualcuno è capitata la stessa cosa o simili capirà certamente...

Bellatrix

linea separatoria
"Bryonia il laboratorio delle Fate" © 1999/2017