Bryonia Il Laboratorio delle Fate

INCANTESIMI


Questa piccola raccolta di incantesimi potrà esservi utile per sviluppare la visione delle Fate.


Incantesimo del Quadrifoglio

Incantesimo della Foglia di Quercia

Incantesimo del Ditale di Fata

Incantesimo dell’Aurora Boreale

Incantesimo della Bufonite



Incantesimo del Quadrifoglio    Questa immagine rappresenta un piccolo triangolo verde ed  un collegamento attivo che porta all'inizio della pagina


Se una ragazza fa scivolare nella sua scarpa sinistra un quadrifoglio e poi si lega attorno alla fronte una ghirlanda di mirto e trifoglio, vedrà le Fate non appena sorge la luna.



Incantesimo della Foglia di Quercia    Questa immagine rappresenta un piccolo triangolo verde ed  un collegamento attivo che porta all'inizio della pagina


Se una ragazza profondamente innamorata si reca con il suo corteggiatore in un luogo solitario nei prati, nei boschi o nella brughiera, e colloca una foglia di quercia nella sua scarpa e in quella del suo innamorato, e se entrambi attendono contemplando il loro amore e confessandolo l’uno all’altra mentre scende la sera e le stelle appaiono, potranno con pazienza scoprire il popolo fatato venire a far capriole e a giocare nei luoghi selvaggi.



Incantesimo del Ditale di Fata    Questa immagine rappresenta un piccolo triangolo verde ed  un collegamento attivo che porta all'inizio della pagina


Se una ragazza cerca le prime campanule di primavera, che vengono chiamate "ditali di Fata" e sono fiori magici, e poi le conta tre volte mentre il sole si leva o la rugiada si forma, potrà convocare le Fate. Andandosene la ragazza dovrà rivolgersi a loro in questo modo:

Fate, il vostro giardino ho cercato,
ora mi ritiro e benedico il potere che
vi è stato dato.

Dovrà poi inchinarsi tre volte alle Fate, e la magia della radura l’accompagnerà.



Incantesimo dell’Aurora Boreale    Questa immagine rappresenta un piccolo triangolo verde ed  un collegamento attivo che porta all'inizio della pagina


Quando il firmamento è illuminato da fenomeni meteorologici e le Allegre Ballerine* indossano le loro graziose vesti multicolori per far festa nella cortina del cielo notturno fino a quando la loro allegria diventa frenesia, allora l’Aurora Boreale viene a comunicarvi che la sera è carica di fuoco e di magia, e la stagione degli incantesimi è arrivata.
Cercate quindi di farvi salire una gatta (meglio se nera) in grembo e sedete in giardino soli con lei, accarezzandola fino a quando il suo manto brilla e lei fa le fusa soddisfatta. Tenete a portata di mano una piccola tazza con del vino e, non appena l’animale si stiracchia, tracciategli un segno della croce sulla testa, quindi fate lo stesso su di voi.
Afferrategli con delicatezza la punta della coda e passatevela velocemente tre volte sull’occhio sinistro, quindi sul destro, dicendo:

Elfi della notte, i miei occhi incantate,
che di veder mi sia dato
con luna o sole il vostro aspetto fatato;
per questa magia e questo segno
io vi prego, favorite il mio disegno.

Lasciate il micio entrare furtivamente nella vostra camera a contemplare dalla finestra la luna, le stelle e tutte le magiche luci del cielo. Se avete incontrato il favore delle Fate, quella notte vi giungeranno sogni mistici, e in seguito inizierete ad osservare il Piccolo Popolo gioire e far festa. Vi accadrà dapprima in modo velato, poi in maniera sempre più chiara e lucida man mano che l’incanto delle Fate benedirà più profondamente la vostra vista interiore.

* così sono chiamate nella, tradizione popolare, le luci dell’Aurora Boreale.



Incantesimo della Bufonite*    Questa immagine rappresenta un piccolo triangolo verde ed  un collegamento attivo che porta all'inizio della pagina


Alla vigilia del giorno di San Giovanni o durante la notte stessa, oppure in una qualsiasi splendida notte dell’anno, soprattutto quando c’è la luna piena, potete offrire un dono alle Fate. Se donate con cuore sincero, sicuramente conquisterete la loro fiducia ed il loro favore. Preparate un dolce di avena o mettete del miele e del vino in una tazza oppure, ancora meglio, offrite alle Fate un canto, una danza o una poesia creati da voi o che trovate piacevoli. Prima di iniziare dite ad alta voce: "Questo è per le Fate"; ditelo nuovamente dopo aver offerto il dono, cosa che andrà fatta all’aperto, in un luogo appartato, selvaggio e solitario.
Ben presto, probabilmente il giorno dopo, scoprirete che le Fate vi hanno dato qualcosa in cambio; siate vigili, ma non offrite i vostri doni pensando di ricavarne qualcosa né aspettatevi nulla. Rimanete semplicemente all’erta. Sicuramente molto presto scoprirete nella natura un qualche oggetto strano e grazioso, oppure potrete trovare delle monete d’argento. Qualunque cosa troviate, conservatela per sempre, perché si tratta di un dono sacro e vi porterà fortuna e felicità.
Nella maggior parte dei casi l’oggetto che troverete sarà una bufonite, un ciottolo rotondo e venato di disegni splendidi e misteriosi, che sembra mandare bagliori dalle tinte delicate. Tenetelo con voi e ponetelo sotto il guanciale; secondo la saggezza popolare, queste pietre sono gioielli mistici che si trovano nella testa di un rospo. Coloro che possiedono questa pietra saranno fortunati in amore, saggi nella divinazione e la loro vita sarà benedetta.


* da "bufo", nome scientifico del rospo. Secondo la tradizione infatti queste pietre si formano nel corpo di tale animale.


Testi tratti da: "Parola di Fata" di Claire Nahmad, Edizioni Amrita.


linea separatoria
"Bryonia il laboratorio delle Fate" © 1999/2017